Lettori fissi

lunedì 26 dicembre 2016

Scheda Tecnica (XIV): Soft Jerkbaits

Il Soft Jerkbait è un'esca molto datata; basti pensare che le primissime softbaits nate in America, ancora prima dei Soft Stickbaits, appartenevano proprio a questa categoria.

Concettualmente sono simili ai Jerkbaits in versione "hard", ossia imitazioni di pesci che non sono dotate di movimento proprio, ma necessitano di "jerkate", o colpi di cimino, per essere resi attrattivi per le nostre prede.

Un Soft Jerkbait è sostanzialmente un pesce in gomma morbida, con la coda dritta oppure piatta, ossia con una coda che non opponga resistenza al recupero.

La "non resistenza" al recupero fa si che non appartengano a questa categoria le esche a forma di pesce con la coda a pala, come gli shads, che attivano il loro movimento anche con un recupero lineare.

Se recuperati linearmente, i Soft Jerkbaits vengono invece verso di noi praticamente in linea retta, senza attivare alcuna vibrazione o alcuno scondinzolio.
Se recuperati a "jerkate", ossia con frequenti colpi di cimino, si producono invece nel movimento irregolare che appunto si prefiggono di ricreare, assomigliando a pesci in difficoltà che fanno fatica a nuotare nella maniera corretta.

Esistono Soft Jerkbaits di tutte le dimensioni; dai più piccoli da 1.5", come il Damiki Bing qui sotto, fino a quelli da 8" e più.



I Jerkbaits sono formati essenzialmente da due parti: un corpo e una coda.

_Corpo: il corpo può avere una sezione appiattita (compressa ai lati) oppure tonda e può essere cavo o pieno. Il corpo cavo serve a garantire il perfetto alloggiamento degli ami offset, piombati e non, usati molto spesso con questa tipologia di esche. Solitamente i Jerkbaits a corpo pieno sono quelli più indicati per pescare con le jig heads, mentre quelli a corpo cavo sono perfetti, come detto, per l'innesco Texas.

_Coda: la coda può essere biforcuta, ossia a forma di coda di pesce (in questo caso può essere disposta orizzontalmente o verticalmente) oppure dritta (in questo caso sarà molto sottile, in modo che sia mobile durante le jerkate). Esistono anche delle code ibride, ossia dritte e sottili che terminano con un'estremità biforcuta; e alcuni Soft Jerkbaits hanno la coda piatta (paddle tail).

_ I 5 migliori inneschi per sfruttare al massimo le potenzialità dei Soft Jerkbaits sono:

_Weightless Texas Rig: l'innesco Texas con ami offset è sicuramente il più utilizzato per le versioni medio-grandi di queste esche e la versione spiombata di questo innesco è un must nel caso di esca con mescola pesante oppure nel caso si voglia pescare appena sotto al filo della superficie. Pescando spiombato si avranno notevoli miglioramenti del movimento soprattutto nella fase di "stop" del recupero, durante la quale l'esca assumerà un movimento passivo più "leggero" e naturale.

_Weighted Texas Rig: si tratta dell'innesco più utilizzato per Soft Jerkbaits di medio grandi dimensioni. Solitamente invece di utilizzare il classico piombo a campana da Texas, si scelgono ami offset già piombati sul gambo. Spesso i Soft Jerkbaits hanno una cavità nella pancia, proprio per consentire un alloggiamento perfetto a questa tipologia di ami.

_Jig Head Rig: per quanto riguarda i Soft Jerkbaits di piccole e medie dimensioni con corpo pieno un'ottima scelta è sicuramente rappresentata dall'utilizzo delle testine piombate. Per le esche medie (3"-4") è meglio scegliere testine molto leggere ma con l'amo grande, mentre per le esche piccole, sotto i 3", si possono usare testine standard. Questo ragionamento sulla dimensione dell'amo va anche ovviamente fatto in base al pesce che vogliamo insidiare, ma va sempre tenuto a mente che minore sarà la piombatura, migliore sarà il movimento dell'esca.

_Split Shot Rig: la possibilità dei Soft Jerkbaits di muoversi in maniera perfetta anche spiombati fa si che si possano utilizzare con ottimi risultati anche a Split Shot, quando si vuole pescare a mezz'acqua o abbastanza vicini al fondo o quando si vuole fare una pesca di ricerca più a lungo raggio. L'innesco migliore da abbinare a questa tecnica è sicuramente il Nose Hooking, applicato a Soft Jerkbaits di piccole-medie dimensioni (intorno ai 3").

_Dropshot Rig: i Soft Jerkbaits di dimensione medio-piccola possono essere utilizzati con soddisfazione anche a Drop Shot, quando vogliamo pescare vicino al fondo ma con una naturalezza e una libertà di movimento che con altre montature non si potrebbe avere.

_ Le 5 prede più comuni catturabili con i Soft Jerkbaits sono:

_Black Bass: si tratta del pesce per il quale questa esca è stata originariamente creata in America, va da sé quindi che potranno essere utilizzati per la sua cattura con qualsiasi montatura possibile, scegliendo quella più adeguata a seconda della situazione, dello spot e del periodo dell'anno.

_Saraghi: i piccoli Soft Jerkbaits sotto i 3" sono l'esca migliore per la pesca dei saraghi nella schiuma in scogliera. Essi andranno abbinati a piccole jig heads intorno ai 3 grammi e lanciati nelle zone in cui si forma più schiuma, per simulare un piccolo pesce in difficoltà a causa delle forti correnti.

_Trote: uno dei cibi prediletti delle trote sono i piccoli pesci, non c'è quindi nulla di meglio di un piccolo Soft Jerkbait piombato appena e lasciato animare dalla corrente del torrente per convincere anche la più sospettosa delle trote ad attaccare.

_Spigola: tra le softbaits predilette dalle spigole un posto d'onore lo hanno sicuramente i Soft Jerkbaits, dai 2" ai 5", che hanno una marcia in più soprattutto in acque calme, in fiume o in ambito salmastro, ma possono essere un'ottima scelta anche per la pesca dalla spiaggia o in scogliera.

_Lucioperca e luccio: questi due predatori d'acqua dolce vengono insidiati solitamente con altre tipologie di esche, più famose e dal rendimento sicuro, ma molti utilizzano anche i Soft Jerkbaits, nelle dimensioni più generose.

Si tratta quindi, come spiegato, di un'esca dal recupero poco composto e lineare, ma molto personalizzabile e adatta quindi a chi ama pescare in modo "nervoso", creativo e fantasioso.
I Soft Jerkbaits sono utilizzabili per la ricerca di tutti i predatori, basta scegliere quello della dimensione giusta e della forma giusta per ogni diversa situazione.

Alla prossima!

Marco

Nessun commento:

Posta un commento