Lettori fissi

lunedì 3 ottobre 2016

Scheda tecnica (VIII): Neko Rig

Con questa ottava ed ultima scheda tecnica si chiude la serie riguardante le montature e gli inneschi per le esche morbide.

Da lunedi' prossimo comincerà una nuova serie tecnica, riguardante sempre le sofbaits, non più analizzate dal punto di vista dell'innesco, ma da quello delle diverse forme e tipologie.

In questo modo concluderò in maniera esaustiva tutti gli argomenti riguardanti le esche morbide.

L'innesco di cui parlerò oggi è una sorta di nuova "variante" del Wacky Rig, che ha preso piede solamente negli ultimi anni; sto parlando del Neko Rig.

E' una tecnica che ha una parentela con il Wacky Rig solamente per il fatto che l'amo andrà posizionato nella parte mediana dell'esca e non sulla testa. La particolarità riguarda il fatto che sulla testa della nostra softbait andrà posizionato un piombo insert, che sposterà completamente il baricentro dell'esca. Inoltre l'amo non andrà posizionato perpendicolarmente all'esca (come succede nel Wacky Rig), ma in modo parallelo, esattamente come si può vedere nella foto sotto.


L'inserimento del piombo porterà diversi cambiamenti rispetto al Wacky Rig tradizionale:

_La discesa dell'esca sarà completamente differente, oltre ad essere veloce infatti, sarà ovviamente lineare ed in assetto perpendicolare al fondo. Rispetto al Wacky Rig tradizionale l'esca perderà molto del suo potere catturante in fase di discesa, ma non è questa fase il punto di forza di questa tecnica.

_Un diverso posizionamento dell'esca sul fondo, che invece di aderire completamente, starà a contatto con il fondo stesso solamente con la testa (dentro cui è inserito il piombo) mentre la coda sarà rivolta verso l'alto; per accentuare questo effetto è consigliato l'utilizzo di esche dalla mescola galleggiante o comunque poco affondante. Le esche con mescola galleggiante rimarranno in posizione eretta anche con il filo in bando.

_Un movimento completamente diverso, infatti l'esca si muoverà a piccoli saltelli, mantenendo il contatto della testa con il fondale dopo ogni saltello. In pratica nel Wacky Rig l'esca si muove in maniera parallela al fondo, mentre nel neko rig l'esca avrà lo stesso movimento ma traslato di 90°, ossia perpendicolare al fondo.

La montatura è formata quindi da:

_Filo: è una tecnica "finesse", e per la pesca al bass verranno utilizzati fluorocarbon sotto le 10 libbre. Si può tranquillamente pescare anche con un trecciato leggero in bobina (PE1-PE1.2) e finale sempre da 8-10 libbre. Questa tecnica è molto efficace anche in mare con le spigole, soprattutto in foce, ma in quei casi consiglio di alzare un pochino lo spessore del terminale, che dovrà essere da 10 o 12 libbre. Non ci sono particolari controindicazioni ad utilizzare nylon o fluorocoated per fare i finali.

_Amo: esistono ormai ami specifici da Neko Rig, ma vanno benissimo anche gli ami da Wacky o qualunque amo che sia della dimensione giusta (per l'esca e per il pesce che vogliamo cercare) e che abbia un "wide gap" e un occhiello. Si possono usare ami con antialga o senza, a seconda del luogo in cui andremo a pescare. Alcuni utilizzano anche ami con una leggerissima piombatura in testa, ma non ne capisco l'utilità, dato che il piombo è già all'interno dell'esca, e con una piombatura aggiuntiva, pur se esigua, si rischierebbe soltanto di sbilanciare l'assetto.

_O'ring di gomma (opzionale): si tratta di un anellino di gomma da inserire sull'esca, in modo da poter infilare la punta dell'amo tra l'esca stessa e l'O'ring. Questo accorgimento serve a salvaguardare l'esca, che non essendo infilzata durerà più tempo. Io non ho mai utilizzato questo sistema perché, utilizzando varie tipologie di esche, dovrei avere O'ring di troppe dimensioni diverse, e mi sembra una complicazione tale da non farne valere la pena. In ogni caso la soluzione è valida e sta al pescatore scegliere cosa fare.

_Piombo insert: i piombi insert hanno forme diverse, alcuni sono a forma di spirale, altri a forma di vite, altri hanno una forma dritta uniforme, altri ancora sono piombi normali con spiralina in metallo; l'importante è che rimangano ben fissati all'interno dell'esca. Anche per questi piombi esistono delle varianti in tungsteno, per avere a parità di peso un piombo più compatto. Per questa tecnica si utilizzano solitamente piombi tra 1 e 5 grammi.

_Esca: Si può innescare in questo modo qualsiasi esca siliconica, ma per me le migliori sono gli stickbaits e i craws con corpo abbastanza lungo. Il motivo è facilmente spiegabile: i craws si adattano a questo innesco perché il movimento che riusciamo ad imprimere con questa montatura è molto simile al movimento che hanno i gamberi in natura, con piccoli scatti e movimenti all'indietro. Per quanto riguarda gli stickbaits e i vermi dritti in generale,  essi possono sfruttare la loro lunghezza per avere un movimento sinuoso dato dai richiami sulla parte centrale del corpo, e la posizione eretta data dal piombo insert li fa assomigliare proprio a vermi o anguilline che escono dal loro buco sul fondo.

Spero di aver dato delle informazioni utili con questa prima serie di schede tecniche.

Un saluto e a presto

Marco

Nessun commento:

Posta un commento