Lettori fissi

venerdì 2 settembre 2016

Scheda pesce (III): Merluzzo Nero

Ecco la scheda del parente stretto del merluzzo giallo analizzato nella scorsa scheda, il merluzzo nero. Sono entrambi appartenenti al genere Pollachius, e quindi sono spesso confusi, o chiamati "Pollack" come se fossero lo stesso pesce. Le differenze però sono molteplici, ed andremo a coglierle analizzando questa scheda.

Partiamo con alcuni dati:

Famiglia: Gadidae (questa famiglia comprende 13 generi)
Genere: Pollachius (questo genere comprende 2 specie, il merluzzo giallo, che è stato analizzato nella scheda precedente, e il merluzzo nero appunto)
Specie: Pollachius Virens
Lunghezza massima registrata: 130 cm
Peso massimo registrato: 32 kg
Distribuzione: Oceano Atlantico Settentrionale
Nome inglese: Saithe
Nome norvegese: Sei
Riproduzione: inverno
Maturità sessuale: 5 anni
Età massima registrata: 25 anni
Alimentazione: pesci, crostacei.
IUCN Red List: Not evaluated (non è ancora stato valutato, ma non è una specie a rischio)
Profondità di stazionamento: 0-350m
Pinne: 3 pinne dorsali, 2 pinne anali, pinne pettorali relativamente corte, pinne ventrali in posizione giugulare, pinna caudale concava.
Altre caratteristiche: nessun barbiglio sul mento, linea laterale pressoché rettilinea, ma soprattutto bianca (questa è la caratteristica più facile da osservare per distinguere il merluzzo giallo dal merluzzo nero, nel merluzzo giallo infatti la linea laterale è scura e non dritta). La mandibola è poco prominente (leggermente prominente negli individui molto grossi). Il corpo è abbastanza "panciuto", quasi cilindrico, a differenza del merluzzo giallo che ha un corpo più schiacciato ai lati e affusolato. Infatti a parità di lunghezza con i merluzzi gialli, i merluzzi neri sono sicuramente più pesanti.
Colorazione: il dorso è di un nero molto scuro, che sfuma verso il grigio sui fianchi. La pancia è bianca. La colorazione è un'altra caratteristica che lo distingue dal merluzzo giallo, ma si sa che la colorazione dei pesci è molto variabile a seconda di ambiente, periodo dell'anno e altri fattori, quindi consiglio di affidarsi alla linea laterale per distinguere i due pesci, con la quale non si può sbagliare.

Saithe

Il merluzzo nero condivide in Europa lo stesso habitat del merluzzo giallo, ma nel Nord della Norvegia è presente in misura maggiore. Mi è capitato infatti di notare che mano a mano che si sale verso Nord diminuisca la percentuale di merluzzi gialli a vantaggio di quella di merluzzi neri.

Più o meno condividono le stesse abitudini, essendo comunque pesci appartenenti allo stesso genere e quindi molto simili per molte caratteristiche, ma ritengo il merluzzo nero un predatore ancora più attivo, tanto che, quando è in caccia, si può prendere anche negli strati subsuperficiali d'acqua, dove va a caccia di piccoli pesci.

Saithe

Anche il merluzzo nero è un pesce abbastanza veloce, ma spesso, come il merluzzo giallo, sbaglierà l'attacco alla nostra esca, mancandola, pertanto anche in questo caso consiglio di praticare diverse pause o rallentamenti durante il recupero, tanto è vero che spesso avremo l'attacco proprio in questi momenti.

Saithe

Si tratta di un pesce molto aggressivo, che può essere preso con quasi tutte le esche artificiali e su praticamente tutti gli strati d'acqua, dal fondo alla superficie. Per i primi lanci sono sicuramente molto efficaci metal jig di medie dimensioni (i metal jigs più grandi affondano molto velocemente, e, nella pesca da riva, e quindi in diagonale, necessitano di essere recuperati molto velocemente, eludendo quindi gran parte degli attacchi) e lipless affondanti, lasciati affondare fino a mezz'acqua e poi recuperati abbastanza velocemente con brevi pause. Non ho avuto molti riscontri con i minnow palettati, ma sicuramente possono essere anch'essi un'alternativa.

Saithe

Ottima anche la gomma (shads e vermi dritti anche lunghi) montata su jig heads o a wacky rig.

Non si fanno problemi ad attaccare anche esche molto grandi, quindi aumentare la dimensione dell'esca non fa particolarmente selezione.

Purtroppo è un pesce molto ricercato per le sue carni, che anche se sono più scure e meno nobili rispetto a quelle del merluzzo bianco, sono molto richieste nel mercato Nord-Europeo. Nonostante questo non si tratta di una specie a rischio dato che è ancora presente in grandissimo numero.

In definitiva un pesce comune e una cattura d'obbligo per chi vorrà venire a farsi un viaggio nel profondo nord!

Un saluto

Marco

Nessun commento:

Posta un commento