Lettori fissi

lunedì 29 agosto 2016

Scheda tecnica (III): Jig Head rig

Il Jig Head Rig è sicuramente l'innesco più utilizzato in assoluto nella pesca con le softbaits.

Le Jig Heads, o testine piombate, sono le predilette dei pescatori per una serie di motivi:
_Prevedono montature molto semplici, basta infatti legarle direttamente al filo, senza nodi e piombature aggiuntive, e siamo pronti a pescare.
_Sono facilmente reperibili ovunque; qualsiasi negozio di pesca infatti ha delle testine piombate di un qualche tipo a magazzino
_Sono più versatili e duttili rispetto agli altri inneschi, che sono infatti molto specifici e situazionali (basti pensare al Dropshot Rig e al Wacky Rig). Le testine piombate possono essere utilizzate su qualsiasi strato d'acqua e con qualsiasi velocità di recupero.
_Sono molto variegate e differenti le une dalle altre, per forma della testa e per forma e dimensione dell'amo; permettono quindi di coprire molte necessità.

Detto questo, non è comunque semplice pescare con le Jig Heads nel modo adeguato.
Esistono infatti una miriade di tipologie di Jig Heads, adatte a situazioni differenti, e la cui scelta può fare la differenza.

Sostanzialmente la differenza tra le varie Jig Heads sta nella forma della testa, nel peso e nell'amo (dimensione e forma).

Jig Head

Forma della testa:
esistono moltissime forme, ma qui elencherò solamente le più comuni.
_Round: La forma della testa classica è quella tonda (Round Jig Head), che è anche quella più comune e facile da trovare. Si presta a tutti gli utilizzi, ma non dà il meglio di sè nei recuperi a mezz'acqua o in tutti i recuperi veloci, perché meno idrodinamica delle altre e perché la forma tonda non imprime particolari variazioni di movimento quando diamo i classici colpi di cimino per animare l'esca. E' quindi preferibile utilizzarla se vogliamo pescare in verticale, o comunque lentamente.
_Bullet (o darter): sono testine dalla forma a proiettile, a testa di pesce, o comunque dal profilo idrodinamico; sono anche queste molto utilizzate e facili da reperire. Questa idrodinamicità sfocia in una ridotta resistenza all'acqua e si sposa perfettamente con i recuperi a mezz'acqua, anche molto veloci. In sostanza sono le testine da recupero, da abbinare a tutte le softbaits che imitano pesciolini (Soft Jerkbaits, Shadtail Worms, ecc.).
_Stand Up: le testine cosiddette standup hanno una base piatta e un amo rivolto verso l'alto, e permettono di appoggiarsi sul fondale in perfetto equilibrio. Queste testine sono utilizzate principalmente con esche che lavorano a contatto con il fondo (Craws, piccole Creatures), possibilmente dotate di chele o appendici galleggianti, per accentuare ancor di più l'effetto Stand Up.
_Football: si chiamano cosi proprio perché la forma della testa ricorda una palla da football. Sono testine solitamente abbastanza pesanti e hanno due caratteristiche principali: se utilizzate a mezz'acqua nuotano in maniera molto lineare e composta, mantenendo un perfetto assetto, cosa che le rende adatte alle Soft Swimbaits; se invece le utilizziamo a contatto con il fondale, hanno un'ottima capacità di appoggiarsi ad esso in posizione stabile, garantendo quindi alla nostra esca una posizione corretta, a prescindere dalla tipologia di fondale (duro o morbido). Questa forma della testa è molto utilizzata, per questo motivo, come base per i Jigs da bass.
_Slider: sono quelle testine che si distinguono principalmente per non essere dotate di ami standard ma di ami offset. Sono quindi sostitute dell'innesco Texas. Non sono molto comuni ma si utilizzano appunto quando si vuole sfruttare l'innesco Texas con una piombatura molto esigua.

Peso: esistono jig head di qualsiasi peso, da 0,3 grammi fino a 250 grammi e più. La scelta del peso va fatta tenendo conto di vari parametri:
_Profondità di pesca: ovviamente questo è il parametro primario, perché una testina troppo leggera su un fondale importante ci mette troppo tempo per affondare e allo stesso tempo si avrà molta difficoltà ad avere un contatto e una buona sensibilità con l'esca stessa. Quindi sicuramente una prima scelta va fatta in base alla profondità e, se dovessi dire un rapporto sensato, azzarderei 2 o 3 grammi per ogni 5 metri di fondale (con condizioni di calma piatta).
_Corrente: la corrente è molto importante per lo stesso motivo di cui sopra; con correnti forti infatti una testina leggera farà molto fatica ad affondare e allo stesso modo non entrerà in pesca perché verrà trasportata troppo velocemente. Questo vale per le correnti dei fiumi ma anche per le correnti che si possono trovare in mare a causa delle onde. Più il mare è mosso più ci serviranno pesi importanti.
_Peso e tipologia dell'esca: sempre per quanto riguarda l'affondamento ci sono esche che sono galleggianti, mentre altre sono affondanti e molto pesanti, dipende tutto dalla mescola della gomma. Quindi la scelta del peso della testina va ponderata con il peso dell'esca.
_Distanza di lancio: ovviamente testine della stessa tipologia ma più pesanti verranno lanciate a distanza maggiore di quelle leggere (a parità di forma, anche se nel caso della Jig Heads la differenza di aerodinamicità non è cosi rilevante); quindi se necessitiamo di lanci molto lunghi è meglio scegliere, ovviamente, testine più pesanti.
_Materiale della testina: esistono testine in piombo e testine in tungsteno. Quelle in piombo sono le più comuni e meno costose, ma quelle in tungsteno hanno un doppio vantaggio: un peso specifico maggiore che ci consente di avere testine più pesanti a parità di volume, e un minore impatto ambientale, essendo il tungsteno meno inquinante del piombo.

Dimensione e forma dell'amo: la dimensione dell'amo va scelta ovviamente in base alla softbait che andremo ad innescare ed al tipo di pesce che vogliamo cercare di catturare. Discorso un po' più complicato per quanto riguarda la forma dell'amo. Abbiamo ami sostanzialmente di tre forme:
_Gambo corto:  le testine con amo a gambo corto sono generalmente quelle più robuste e sono quelle destinate agli sparidi e a tutti i pesci con bocche non molto grandi ma dure da "bucare". Si usano prevalentemente in abbinamento ad esche corte e tozze.
_Gambo lungo: le testine con amo a gambo lungo sono le più comuni e sono adatte a quasi tutti i pesci e soprattutto a quasi tutte le tipologie di esche, con particolare predilezione per shads, vermi dritti e altre esche dal corpo allungato.
_Offset: le testine con amo offset sono testine particolari e sono le cosiddette "slider", di cui ho parlato nel paragrafo relativo alla forma della testa.

Secondo il mio parere, l'assetto migliore testina-esca è quello che ci permette di stare in pesca recuperando nella maniera più lenta possibile.
Questo non vuol dire scegliere a prescindere testine leggere, ma sceglierle il più leggere possibile per poter stare in pesca in quel determinato contesto. Questo perché un'esca troppo piombata perde tantissimo in naturalezza di movimento (sempre che l'obiettivo non sia pescare a contatto con il fondale).

Alla prossima!

Marco

Nessun commento:

Posta un commento