Lettori fissi

venerdì 26 agosto 2016

Scheda pesce (II): Merluzzo Giallo

Questa seconda scheda la dedico al merluzzo giallo, altrimenti detto Pollack.

Famiglia: Gadidae (questa famiglia comprende 13 generi)
Genere: Pollachius (questo genere comprende 2 specie, la seconda di queste verrà analizzata nella prossima scheda)
Specie: Pollachius pollachius
Lunghezza massima registrata: 130 cm
Peso massimo registrato: 18,1 kg
Distribuzione: Oceano Atlantico Nord-Orientale
Nome inglese: European Pollock
Nome norvegese: Lyr
Riproduzione: tra Gennaio e Maggio
Maturità sessuale: quando raggiungono i 41-42 cm.
Età massima registrata: 15 anni
Alimentazione: pesci, crostacei, molluschi.
IUCN Red List: Not evaluated (non è ancora stato valutato, ma non è una specie a rischio)
Profondità di stazionamento: 0-200m
Pinne: 3 pinne dorsali, 2 pinne anali, pinne pettorali corte, pinne ventrali molto corte in posizione giugulare, pinna caudale leggerissimamente concava.
Altre caratteristiche: nessun barbiglio sul mento, linea laterale scura (molto importante per distinguerlo dall'altra specie del genus Pollachius, che analizzerò come detto nel prossimo articolo) curvata fino a sotto la seconda pinna dorsale e poi dritta fino alla coda. La mandibola è prominente. Il corpo è affusolato e leggermente "schiacciato" ai lati.
Colorazione: variabile, il dorso e la parte lateriale superiore sono solitamente marroni o bronzee, la pancia è bianca/argento.

Pollack

Questo pesce, a differenza del merluzzo bianco, non staziona propriamente a contatto con il fondo, o meglio, non soltanto. Esso ama infatti sostare nello strato tra mezz'acqua e il fondale, va da sé che anche la pesca dovrà tenere conto di questo aspetto.

E' un pesce anche molto più dinamico del merluzzo bianco, tanto che potrà essere pescato anche con esche manovrate ad una certa velocità; ricordandosi però di fare delle pause nel recupero, perché purtroppo è abbastanza veloce si, ma manca molto spesso la sua preda, facendo attacchi a vuoto.

Pollack

Il modo migliore per pescarlo secondo me è a gomma con le jig heads. Si lancia, si lascia affondare quasi fino al fondo, e poi si recupera a strappetti, con pause. Le esche migliori sono le classiche esche da jig head, quindi shads o vermi dritti.

Sulle dimensioni dipende se vogliamo fare selezione o meno, anche se va ricordato che questi pesci hanno la bocca molto larga e sono aggressivi, quindi anche i pesci piccoli attaccano esche abbastanza voluminose.

Pollack

Fortunatamente è un pesce meno ricercato rispetto al merluzzo bianco, perché le sue carni sono meno buone ed è quindi molto diffuso.

In Norvegia si trova con molta più frequenza nella zona meridionale, ma è sicuramente più comune in tutta l'area intorno alla Gran Bretagna e all'Irlanda, che rappresentano l'areale principale.

Pollock


In definitiva si tratta di un altro pesce molto sportivo, che si adatta perfettamente alla pesca con le esche artificiali, e che farà sicuramente divertire chi di voi farà un giorno una vacanza al Nord!

Pollock

Marco

Nessun commento:

Posta un commento