Lettori fissi

venerdì 19 agosto 2016

Scheda pesce (I): Merluzzo Bianco

Il merluzzo bianco è il pesce simbolo della Norvegia e rappresenta una risorsa talmente importante da far si che la sua immagine sia stampata anche su una banconota, quella da 200 corone.

Famiglia: Gadidae. Si tratta di una famiglia molto estesa, che comprende 13 generi.
Genere: Gadus. Il genere Gadus comprende tre specie, ma in questa sede ne analizzerò solamente una. Insieme al Merluzzo Bianco (Atlantic Cod - Gadus Morhua) troviamo infatti anche il Merluzzo Nordico (Pacific Cod - Gadus Macrocephalus), che vive nell'Oceano Pacifico settentrionale e il Merluzzo Artico (Greenland Cod - Gadus Ogac), che vive principalmente nell'Oceano Atlantico Nord-Occidentale.
Specie: Gadus Morhua
Lunghezza massima registrata: 200 cm
Peso massimo registrato: 96 kg
Distribuzione: Oceano Atlantico Settentrionale
Nome inglese: Atlantic Cod
Nome norvegese: Torsk
Riproduzione: inverno
Maturità sessuale: 6 anni
Età massima registrata: 25 anni
Alimentazione: pesci, crostacei, molluschi e tutta una serie di invertebrati bentonici
IUCN Red List: Vulnerable (Alto rischio), l'altissima pressione di pesca ha quasi esaurito gli stock
Profondità di stazionamento: 0-600m
Pinne: 3 pinne dorsali, 2 pinne anali, pinne pettorali relativamente corte, pinne ventrali in posizione giugulare, pinna caudale tronca.
Altre caratteristiche: un singolo barbiglio sul mento, linea laterale curvata fino a sotto la seconda pinna dorsale e poi dritta fino alla coda.
Colorazione: variabile, il dorso e la parte laterale superiore hanno un colore molto diverso, possono variare dal marrone, all'arancione, al rossastro al verdone con una serie di macchie; la pancia è invece bianca.

Cod

Si tratta di un pesce che ama stare a contatto con il fondale, proprio perché si nutre principalmente di organismi che vivono ancorati al fondo o a stretto contatto con esso.

La pesca di questo pesce va fatta quindi con esche che raggiungano il fondo molto velocemente e che riescano ad azionarsi in quello strato d'acqua.
Quindi dalla barca sono perfetti i metal jig, kabura, inchiku, tenya; mentre da riva, pur essendo il metal jig l'esca più largamente utilizzata, trovo le esche siliconiche la soluzione migliore, per la loro capacità di stazionare sul fondo per più tempo e soprattutto per la loro capacità di stare in pesca anche a velocità di recupero molto basse.

Cod

Si tratta infatti di un predatore essenzialmente lento, che spesso mangerà la nostra esca quando sarà praticamente ferma.
Le esche che secondo me hanno una marcia in più sono: shads e vermi dritti montati su testina piombata, Jig da bass con craws o hogs come trailers, creature montate a Texas rig.

Cod

Questa foto sotto è una vecchia foto del 2014, postata su questo stesso blog durante il racconto della vacanza di quell'anno, ma credo sia utile ripostarla adesso, come testimonianza delle grandi differenze di colorazione che possono avere questi pesci.

Cod

Si tratta in conclusione di un pesce molto sportivo, che purtroppo subisce ogni anno una pesca esagerata a livello professionale, basti pensare che quasi tutto il merluzzo presente sul mercato mondiale proviene dalla Norvegia.

Spero che questa scheda possa essere utile ai tanti pescatori che ogni anno vengono in vacanza nei paesi nordici, e a tutti i pescatori che, oltre che amanti della pesca, sono, come me, anche amanti dei pesci.



Nessun commento:

Posta un commento